Almeno una volta nella vita, chi prima e chi dopo, tutti noi avremo a che fare con la Fisioterapia.

Potremmo finire dal fisioterapista perché abbiamo subito un infortunio, perché vogliamo sistemare un po’ la nostra postura, o semplicemente perché iniziano a farsi sentire gli acciacchi dell’età e vogliamo, per quanto possibile, rallentarli e combatterli.

Ma nella pratica…

Cos’è la fisioterapia?

Ma soprattutto…

Come lavora un fisioterapista??

Di seguito cercherò di fare un po’ di chiarezza su queste ed altre domande sulla professione, andando ad esplorare i suoi campi d’azione, le terapie utilizzate e i suoi principali utilizzi.


Fisioterapia: Cos’è?

La fisioterapia è quella branca della medicina che, senza l’utilizzo di farmaci, si occupa della cura e della riabilitazione di tutte le componenti motorie del nostro organismo, andando a lavorare sia sulla parte Muscolo-Scheletrica che su quella Neuromotoria.

Un altro compito del fisioterapista è quello di preoccuparsi della prevenzione dei vari disturbi motori, in modo da rendere il nostro corpo più preparato ad eventuali traumi o problemi dati dall’invecchiamento.

Per svolgere al meglio questa professione e per assicurare al paziente un servizio completo e impeccabile è molto importante la collaborazione con le altre figure sanitarie.

Principalmente il fisioterapista si troverà a collaborare con Fisiatri, Ortopedici, Osteopati e Nutrizionisti, in modo da individuare con precisione il percorso riabilitativo più adatto ad uno specifico paziente e soprattutto per occuparsi del suo benessere a 360°.


Come lavora il Fisioterapista?

Come detto in precedenza, il fisioterapista non può prescrivere farmaci, di conseguenza il suo approccio sarà più di tipo tecnico e motorio, quindi in poche parole potrà:

– Andare a lavorare manualmente sulle tue strutture Muscolari e Articolari

– Usare terapie strumentali come Tecar, Ultrasuoni, Laserterapia e Magnetoterapia

– Consigliarti esercizi da eseguire autonomamente o con il suo aiuto

Dopo aver deciso il percorso migliore da seguire, il compito del fisioterapista sarà quello di seguire il paziente durante tutte le fasi della riabilitazione, perfezionando di volta in volta il programma delle terapie e degli esercizi.

Tutto questo con l’obiettivo finale di far tronare il paziente alla sua regolare attività motoria nel più breve tempo possibile, limitando al minimo le probabilità di eventuali ricadute.


I benefici della Fisioterapia e i suoi campi di applicazione

Dei principali benefici della fisioterapia ne abbiamo già parlato nei paragrafi precedenti, ma ora vorrei andare più nei dettagli per spiegare meglio su quante e quali problematiche lavora il fisioterapista.

Grazie alle cure del fisioterapista il paziente potrà recuperare rapidamente da diversi tipi di infortunio e altre problematiche motorie, per esempio:

– Eventi traumatici come Fratture, Lussazioni, Distorsioni e Colpi di Frusta

– Lesioni Muscolari

– Lesioni legamentose e tendinee

– Alcuni difetti posturali

– Dolori osteoarticolari dovuti all’età

– Alcuni disturbi del Sistema Neuromotorio

Grazie alle sue competenze, il fisioterapista è utilizzato in tantissime realtà, lavorando sia in Ospedali e altre strutture sanitarie, sia seguendo società sportive e atleti nell’ambito sportivo.

Inoltre, molti fisioterapisti scelgono di svolgere il proprio lavoro in qualità di Liberi professionisti, seguendo i propri pazienti privatamente e fornendo consulenze di riabilitazione.

PRENOTA LA TUA VISITA CON IL FISIOTERAPISTA